This website is best viewed with CSS and JavaScript enabled.

Stephan Brown eletto nuovo presidente della sezione europea della WACC

Posted on: June 12, 2014 3:11 PM
Dr Stephen Brown
Photo Credit: WACC
Related Categories: italiano, WACC

[Nev.it] Hilversum (NEV), 11 giugno 2014 - Nuovo presidente della Sezione europea dell'Associazione mondiale per la comunicazione cristiana (WACC) è il giornalista dell'informazione religiosa e saggista Stephan Brown, eletto oggi pomeriggio dall'Assemblea dei membri - tra cui figura la Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI) - convocata a Hilversum (Paesi Bassi) dal 10 al 12 giugno. 56 anni, di origine inglese, profondo conoscitore del movimento ecumenico internazionale, Brown è attualmente responsabile esecutivo dei programmi di globethics.net con sede a Ginevra (CH). Per lunghi anni è stato giornalista presso l'agenzia stampa ENI (Ecumenical News Intenational). Succede a Praxedis Bouwman, caporedattore della stampa luterana in Olanda, nonché vicepresidente di WACC Global, che raccoglie otto sezioni regionali nel mondo.

Tra le priorità della Sezione europea della WACC per i prossimi 4 anni, Brown - che dal 2011 ad oggi ne ha ricoperto la vicepresidenza - vede anzitutto "la necessità di rafforzare la promozione dei diritti alla comunicazione, i quali toccano molti aspetti come l'accesso alla rete, il pluralismo mediatico, le questioni di genere, la privacy su Internet, l'open source e la condivisione dei saperi. Sono questioni non solo politiche, ma anche profondamente teologiche".

Particolare attenzione è stata posta dall'Assemblea - composta da giornalisti, addetti stampa, produttori televisivi e operatori dell'informazione di chiese e organizzazioni ecumeniche provenienti da una decina di paesi europei - sulle implicazioni che avrà il nuovo statuto adottato in aprile da WACC Global con sede a Toronto (Canada) sulla Sezione europea e sul lavoro del Comitato direttivo appena rinnovato. Tra i nuovi membri eletti oggi nell'organismo, che per via dei cambiamenti statutari prenderà servizio solo dal 1º gennaio 2015, figurano il direttore di Média-pro Michel Kocher (Svizzera), la presidente di INTERFILM Julia Helmke (Germania) e Sara Speicher (Regno Unito), addetta stampa della Ecumenical Advocay Alliance (EEA). Nuova vicepresidente è Marianne Ejdersten (Svezia), responsabile comunicazione per il CEC con le chiese europee. Il Comitato direttivo uscente - di cui per l'Italia è membro Gaëlle Courtens dell'Agenzia stampa NEV della FCEI che non si è ripresentata per un altro mandato - rimarrà in funzione fino alla fine del 2014.

Da domani l'assemblea della WACC confluirà nel XVIII Festival europeo di programmi religiosi televisivi da tenersi fino al 14 giugno nella cittadina olandese e promosso dalla stessa WACC in collaborazione con la sua controparte cattolica SIGNIS sul tema "Dietro la porta d'ingresso o in piena luce? Le religioni in una società pluralista". Un'occasione per riflettere sul ruolo dell'informazione religiosa in una Europa sempre più plurale, in cui le religioni sono spesso considerate come potenti mezzi per influenzare comportamenti e attitudini culturali nella società, e dove, sempre più di frequente, si stanno verificando inquietanti fenomeni di identitarismo religioso, fanno notare gli organizzatori. In concorso 29 film e documentari prodotti da programmi TV cristiani, ebrei e buddisti di 12 paesi (waccglobal.org).